Giu 18, 2024
Progetto SENTIERI: revisione della letteratura scientifica sull’associazione tra fonti di esposizione ambientale in siti contaminati ed esiti di salute

Simona Vecchi, Marta Benedetti, Lucia Fazzo, Caterina Bruno, Amerigo Zona

Background: per l’interpretazione dei dati epidemiologici è stato utilizzato l’approccio a priori, basato sull’evidenza di associazione tra la residenza in prossimità di fonti di esposizione ambientale e l’insorgenza di patologie.

Obiettivi: aggiornamento della revisione sistematica della letteratura scientifica (2009-2020) relativa all’associazione tra residenza in prossimità di fonti di esposizione ambientale e patologie indagate nel Progetto SENTIERI.

Metodi: è stata eseguita una ricerca sistematica su MEDLINE, EMBASE e Web of Science e sono stati consultati i siti web di organizzazioni internazionali. Le fonti di esposizione ambientale considerate sono quelle presenti nei siti contaminati selezionati in SENTIERI (petrolchimico e raffinerie, discariche, inceneritori, miniere centrali elettriche, industria chimica, amianto, aree portuali, industrie siderurgiche).

Risultati: dei 16.817 studi emersi dalla ricerca bibliografica, sono stati selezionati: 14 revisioni sistematiche, 2 monografie IARC, 2 rapporti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), un rapporto OMS/UNEP e 15 studi primari osservazionali. L’analisi della letteratura mette in evidenza che la residenza in prossimità di siti contaminati è associata a specifiche patologie (mortalità o incidenza), con risultati eterogenei per i diversi tipi di fonti di esposizione ambientale. Per alcune esposizioni i dati suggeriscono un possibile effetto specifico per genere.

Conclusioni: il presente aggiornamento ha messo in evidenza, rispetto alla revisione del 2010, un maggior numero di patologie associate alla residenza in prossimità di alcune fonti di contaminazione ambientale. Sulla base della presente revisione, è stata aggiornata la valutazione del grado di evidenza a priori utilizzata nell’interpretazione dei dati epidemiologici del Sesto Rapporto SENTIERI.

Sintesi dei Risultati

Per singola fonte di esposizione, sono stati riportati i risultati degli studi inclusi, sia qualitativi sia quantitativi. In caso di metanalisi, sono stati riportati sia le stime quantitative sia i dati relativi agli aspetti metodologici (analisi dell’eterogeneità tra studi, metaregressione, analisi di sensibilità). Non è stata condotta alcuna analisi statistica, poiché l’obiettivo di questo lavoro è di fornire una sintesi delle evidenze disponibili in letteratura.

Conclusioni

Successivamente alla revisione della letteratura svolta nel 2010 nell’ambito del Progetto SENTIERI, sono state pubblicate numerose revisioni sistematiche e nuovi studi che hanno messo in luce nella popolazione generale ulteriori possibili associazioni tra alcune patologie e la residenza in prossimità di impianti petrolchimici e siderurgici, discariche, miniere e fonti di amianto. Il lavoro condotto in questo studio ha, in alcuni casi, ampliato il numero di patologie associate con un certo grado di evidenza ad alcune fonti di esposizione ambientale, in altri ha reso possibile il passaggio da un livello Limitato ad uno Sufficiente, dotando il Progetto SENTIERI di uno strumento di lettura dei dati aggiornato, più raffinato, ma anche più complesso. Quanto riportato nel presente contributo, oltre a essere stato la base per l’aggiornamento delle evidenze a priori, può rappresentare un punto di partenza utile per la conduzione di studi epidemiologici di tipo eziologico.

Deep learning per il conteggio delle fibre di amianto

Deep learning per il conteggio delle fibre di amianto

J Hazard Mater. 2023 agosto 5;455:131590. EPUB 2023 Maggio 6. Ahmad Rabiee, Giancarlo Della Ventura, Fardin Mirzapour, Sergio Malinconico, Sergio Bellagamba, Federico Lucci, Federica Paglietti PMID: 37178531 DOI: 10.1016 /j.jhazmat.2023.131590 Il metodo PCM...