Mag 30, 2024
Sviluppo di una matrice di esposizione al lavoro specifica per l’azienda per lo studio di coorte sulla fibra asbestiforme di crisotilo

Occup Environ Med. 2022 May; 79(5):339-346

Eleonora Feletto, Evgeny V Kovalevskiy, Sara J Schonfeld, Monika Moissonnier, Ann Olsson, Servey V Kashanskiy, Evgenia Ostroumova, Igor V Bukhtiyarov, Joachim Schüz, Hans Kromhout

PMID: 34625507

DOI: 10.1136/oemed-2021-107438

Obiettivi: la valutazione dell’esposizione per le coorti industriali retrospettive è spesso ostacolata dalla limitata disponibilità di misurazioni storiche. Questo studio descrive lo sviluppo di matrici di esposizione al lavoro specifiche per l’azienda basate su misurazioni raccolte nell’arco di 50 anni, per uno studio di coorte comprensivo di 35.837 lavoratori nella Federazione Russa, per stimare la loro esposizione cumulativa al crisotilo.

Metodi: sono stati utilizzati i modelli misti lineari per estrapolare le misurazioni, per anni non disponibili o mancanti. Le concentrazioni di fibre sono state stimate utilizzando fattori di conversione basati su confronti affiancati. A seguito della raccolta dei dati, essi sono stati correlati alle storie professionali dei singoli lavoratori.

Risultati: la coorte ha coperto gli anni dal 1930 al 2010 con 515.355 lavoratori inclusi. Di questi individui, il 15% ha svolto dei lavori non considerati professionalmente esposti al crisotilo. L’esposizione cumulativa mediana dalla polvere è stata di 26 mg/m3 all’anno per l’intera coorte e 37 mg/m3 all’anno per chi è professionalmente esposto. L’esposizione cumulativa mediana delle fibre è stata di 16.4 fibre/cm3 all’anno per l’intera coorte e 23.4 fibre/cm3 all’anno per chi è professionalmente esposto. L’esposizione cumulativa era fortemente dipendente dalla coorte di nascita e dal sesso. Degli individui esposti professionalmente, le donne avevano esposizioni cumulative più elevate rispetto agli uomini in quanto erano più spesso impiegate in fabbriche con concentrazioni di esposizioni più elevate piuttosto che in miniera.

Conclusioni: le matrici per la misurazione delle esposizioni sono uniche e specifiche dell’azienda, sono derivate utilizzando un ricco database di misurazione che si sovrapponeva alla maggior parte degli anni di occupazione dei membri della coorte; saranno utili per la stima dell’esposizione quantitativa in relazione alla risposta.

Deep learning per il conteggio delle fibre di amianto

Deep learning per il conteggio delle fibre di amianto

J Hazard Mater. 2023 agosto 5;455:131590. EPUB 2023 Maggio 6. Ahmad Rabiee, Giancarlo Della Ventura, Fardin Mirzapour, Sergio Malinconico, Sergio Bellagamba, Federico Lucci, Federica Paglietti PMID: 37178531 DOI: 10.1016 /j.jhazmat.2023.131590 Il metodo PCM...